• Rispetta le norme sulla sicurezza sanitaria per l'emergenza covid-19

Cosa troverai

Il nome trae origine dai Lanzichenecchi, la scorta di mercenari tedeschi voluta dal Duca Alessandro de’ Medici. La scorta serviva come presidio del potere mediceo contro eventuali disordini e fu ospitata sotto la loggia, allora detta dei Priori, dove in precedenza venivano svolte le assemblee repubblicane, proprio per simboleggiare la sconfitta della Repubblica e il potere assoluto del Duca. 

Costruita tra il 1376 e il 1382, divenne nel tempo un vero e proprio museo a cielo aperto. A partire dal '500, per volontà del granduca Cosimo I de’ Medici, si trasformò in uno dei primi spazi espositivi al mondo, ospitando capolavori scultorei. Tra di esse troverai l’opera “Perseo e Medusa” dello scultore Benvenuto Cellini, che rappresenta il taglio delle esperienze repubblicane della città, dopo la fine della repubblica, mentre i serpenti della Medusa raffiguravano le discordie cittadine. Del Giambologna potrai invece ammirare il Ratto delle Sabine, capolavoro in marmo  del 1583, e l'Ercole e il centauro Nesso (1599).

Di epoca romana sono infine Patroclo e Menelao sculture di epoca flavia, dono di Pio V a Cosimo I. Provenienti, molto probabilmente, dal Foro di Traiano a Roma, erano state a lungo ospiti di Villa Medici, arrivarono a Firenze solo nel 1789. 

Continua a leggere

Dove / Punto di ritrovo

Piazza della Signoria, 50122 Firenze FI, Italia - 50122 Firenze (FI)

Keep in touch

Keep in touch
Rimani informato su cosa accade in città! Seguici sui nostri canali social ufficiali e iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter: a cosa se interessato?

* Iscrivendoti accetti al nostra informativa sulla Privacy, la tua email è al sicuro, non invieremo mai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento