• Rispetta le norme sulla sicurezza sanitaria per l'emergenza covid-19

Cosa troverai

Dal 2006 Frittelli Arte Contemporanea ha sede nella zona nord-ovest di Firenze: lo spazio principale è dedicato a mostre temporanee di artisti rinomati a livello nazionale e internazionale, accompagnate da esposizioni collaterali nella sezione “Le Stanze”. Tra gli obiettivi, la ricognizione critica e filologica dell’arte in Italia dagli anni Cinquanta a oggi, perseguita attraverso la stretta cooperazione con musei, fondazioni, pubbliche istituzioni, il dialogo con artisti, curatori, critici, storici dell’arte e collezionisti.

La galleria è sede dellArchivio per l’Opera grafica di Pino Pascali, dellArchivio Frittelli per l’Opera di Gianni Bertini, dellArchivio Frittelli per l’Opera di Vinicio Berti.

Frittelli Arte Contemporanea ha aperto la sede attuale nel 2006 nella zona nord-ovest di Firenze. Dopo lesperienza di Centro dArte Spaziotempo – fondata nel 1989 – nella centrale Piazza Peruzzi, Carlo e Simone Frittelli hanno deciso di scommettere sulla periferia sorta accanto a fabbriche ora dismesse o chiuse, che è diventata luogo di continui processi di integrazione e coesistenza, osservatorio privilegiato dei cambiamenti sociali e culturali in atto.

La sede si presenta come uno dei maggiori spazi a Firenze dedicati all’arte contemporanea, grazie a un’area di 2000 m2 ristrutturata dall’architetto Adolfo Natalini.

Lo spazio principale ospita mostre temporanee di artisti rinomati a livello nazionale e internazionale, mentre una sezione della struttura, chiamata “Le Stanze”, è dedicata a esposizioni collaterali legate alla mostra principale.

La galleria presta una particolare attenzione all’arte astratta italiana del dopoguerra (Vinicio Berti, Piero Dorazio, Mauro Reggiani), alla Pittura Analitica (Riccardo Guarneri, Paolo Masi, Lucio Pozzi), alla Poesia Visiva (Ketty La Rocca, Lucia Marcucci, Eugenio Miccini, Luciano Ori, Lamberto Pignotti), ad artisti come Giuseppe Chiari, Gianni Bertini, Pino Pascali, Mimmo Rotella, Arturo Vermi, alle nuove generazioni (Andrea Francolino, Luca Matti, Susana Serpas Soriano), con un focus speciale sulla fotografia (Aurelio Amendola, Marina Ballo Charmet, Paola Di Bello).

La galleria ha tra i suoi obiettivi la ricognizione critica e filologica dell’arte in Italia dopo la Seconda guerra mondiale, perseguita anche attraverso la stretta cooperazione con musei, fondazioni e pubbliche istituzioni.

Il rapporto con gli artisti e la collaborazione con noti curatori, critici, storici dell’arte e collezionisti caratterizzano le attività della galleria, soprattutto nell’organizzazione di incontri e conferenze nell’auditorium.

La galleria è sede dellArchivio per l’Opera grafica di Pino Pascali, dellArchivio Frittelli per l’Opera di Gianni Bertini, dellArchivio Frittelli per l’Opera di Vinicio Berti.

Artisti rappresentati:

Georges Adéagbo, Aurelio Amendola, Bernard Aubertin, Nanni Balestrini, Marina Ballo Charmet, Vasco Bendini, Vinicio Berti, Gianni Bertini, Tomaso Binga, Uccio Biondi, Diane Bond, Corrado Cagli, Giuseppe Chiari, Paola Di Bello, Andrea Francolino, Nicole Gravier, Riccardo Guarneri, Ketty La Rocca, Lucia Marcucci, Paolo Masi, Luca Matti, Paola Mattioli, Libera Mazzoleni, Eugenio Miccini, Anna Oberto, Luciano Ori, Pino Pascali, Lamberto Pignotti, Lucio Pozzi, Mimmo Rotella, Susana Serpas Soriano, Arturo Vermi.


Continua a leggere

Dove / Punto di ritrovo

Via Val di Marina 15 - 50127 Firenze (FI)

Keep in touch

Keep in touch
Rimani informato su cosa accade in città! Seguici sui nostri canali social ufficiali e iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter: a cosa se interessato?

* Iscrivendoti accetti al nostra informativa sulla Privacy, la tua email è al sicuro, non invieremo mai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento