Accessibilità ai musei e monumenti a Firenze, un ragazzo su sedia a rotelle che visita una chiesa

Firenze accessibile

Informazioni, musei gratuiti e l’intervista al blogger di Contro Ogni Barriera.

Attraversando le strade acciottolate e i visitando gli affollati musei di Firenze, i turisti e i residenti con disabilità potrebbero incontrare alcune difficoltà.

 

Ma la bellezza e la vivibilità devono essere alla portata di tutti: ecco perché Destination Florence sostiene il turismo accessibile, un tema che sta crescendo grazie alla presa di coscienza condivisa.

 

Difficoltà motorie e impedimenti fisici di qualsiasi tipo non dovrebbero costituire degli ostacoli per chi vuole vivere la città. Destination Florence si avvale della partnership con Florence Planet, che offre tour accessibili a tutti, fornendo servizi che possono coprire soggiorni brevi così come soggiorni prolungati.

 

Un soggiorno su misura a Firenze per i diversamente abili

Hai esigenze particolari e hai bisogno di un supporto specializzato e un soggiorno organizzato su misura? Visita la nostra sezione turismo accessibile a Firenze

 

Accesso Gratuito nei musei

In molti luoghi d’interesse l’ingresso è gratuito sia per la persona disabile che per il suo accompagnatore. Più in particolare, in tutti i musei statali, anche quando agli Uffizi e all'Accademia ci sono lunghe code, per i disabili e i loro accompagnatori non è necessario prenotare, ma è sufficiente presentarsi direttamente all'entrata, saltando la coda, e mostrando il documento attestante l'invalidità. Per tutte le info sulla prenotazione dei musei, visita: Firenze accessibile nei musei e non solo sito ufficiale del turismo del Comune di Firenze e della Città Metropolitana.

 

Andrea Mucci - Blogger di "Contro Ogni Barriera"

Andrea è studente universitario e blogger di Firenze Accessibile, è in prima linea in questo campo: la sua missione è contribuire a rendere Firenze una città sempre più accogliente e accessibile. Andrea rappresenta una voce credibile e un testimone di primo ordine in questo senso, grazie alla sua esperienza personale in sedia a rotelle e al suo confronto continuo con le istituzioni cittadine.


Ciao Andrea! Prima di tutto, ci potresti dire due parole su chi sei e di che cosa ti occupi?

Sono un ragazzo di vent’anni, portatore di handicap agli arti inferiori, curioso e con tanta voglia di vivere. Frequento il secondo anno di Scienze Umanistiche per la Comunicazione all’Università di Firenze.

Fiorentino di nascita, amo la mia città e per questo dal 2012 mi sto impegnando in un’opera di sensibilizzazione contro le barriere architettoniche, tanto diffuse nel nostro territorio. Nel 2016 ho creato un Blog: Contro Ogni Barriera – Firenze accessibile attraverso il quale sto portando avanti anche sui social network (Facebook, Twitter) il progetto #mollaloscivolo. 

Il Progetto di civiltà #mollaloscivolo vorrebbe far capire a tanti cittadini che non hanno mai avuto la possibilità di accorgersene quanti muri – con l’indifferenza e con l’ignoranza – si creano e quanto poco, invece, basterebbe per evitarli. 

Quali sono le sfide principali a Firenze in termini di accessibilità, e quali sono i punti di forza della città?

Girando per Firenze a bordo della mia carrozzina elettrica mi trovo a dover percorrere frequentemente, a mio rischio e pericolo, lunghi tratti sulla carreggiata, a causa dell’assenza di scivoli ai marciapiedi. Non mancano poi gli esercizi commerciali in cui non si può entrare in carrozzina (hanno lo scalino all’accesso e non dispongono di rampa). A queste barriere fisiche si aggiungono quelle che creiamo noi cittadini: parcheggi selvaggi, biciclette chiuse con i lucchetti sui marciapiedi.

È doveroso dire però che negli ultimi anni anche a Firenze si sta registrando un generale cambiamento di mentalità nelle stesse istituzioni in tema di accessibilità e si avverte lo sforzo di rispettare le differenze per farne – si spera – sostanza umana, politica e culturale. Alla miopia e all’indifferenza di un tempo si sta sostituendo una maggiore attenzione da parte dei nostri amministratori al tema dell’accessibilità e della sostenibilità, che comincia ad affacciarsi anche in occasione della progettazione ed esecuzione di nuove opere e servizi pubblici. Ma è solo un inizio.

Come ti immagini Firenze fra 5 anni? 

Auspico che nei prossimi 5/10 anni si riesca a rendere Firenze più a misura dei suoi abitanti: sostenibile, accessibile e attenta alle esigenze di chi la abita. Mi auguro che vi siano sempre maggiori progetti di sensibilizzazione e di educazione alla cittadinanza e al rispetto dell’ambiente che, partendo dalle scuole, diffondano una cultura più aperta e attenta al prossimo. Voglio credere anche che fra qualche anno Firenze abbia nuove infrastrutture frutto di progetti tecnici fondati su accessibilità e sostenibilità e che queste cose non siano più viste come un regalo o una concessione, ma come la condizione necessaria della civiltà giuridica.

La nostra città nel 2018, “anno europeo del patrimonio culturale”, si è contraddistinta per aver partecipato alla stesura degli obiettivi per lo sviluppo sostenibile che andranno a comporre l’Agenda 2030 (Onu) e questo ci riempie di speranza per il futuro. Il mio impegno va proprio in questa direzione.

Extra

Transfers Accessibili a Firenze

Il tuo viaggio all'insegna del comfort e dell'accessibilità con i veicoli accessibili di Florence Planet

 

Noleggio Ausili Ortopedici - Firenze Accessibile

Per viaggiare senza alcuna preoccupazione!

Tour

Tour accessibili a Firenze

Con i nostri tour completamente accessibili, viaggiare senza barriere diventerà realtà.

Keep in touch

Keep in touch
Rimani informato su cosa accade in città! Seguici sui nostri canali social ufficiali e iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter: a cosa se interessato?

* Iscrivendoti accetti al nostra informativa sulla Privacy, la tua email è al sicuro, non invieremo mai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento