Firenze accessibile

Intervista con Andrea Mucci del blog Contro Ogni Barriera - Firenze Accessibile.

Attraversando le strade acciottolate e i visitando gli affollati musei di Firenze, i turisti e i residenti con disabilità potrebbero incontrare alcune difficoltà. 
Ma la bellezza e la vivibilità devono essere alla portata di tutti: ecco perché Destination Florence sostiene il turismo accessibile, un tema che sta crescendo grazie alla presa di coscienza condivisa. 

Andrea Mucci, studente universitario e blogger di Contro Ogni Barriera - Firenze Accessibile, è in prima linea in questo campo: la sua missione è contribuire a rendere Firenze una città sempre più accogliente e accessibile. Andrea rappresenta una voce credibile e un testimone di primo ordine in questo senso, grazie alla sua esperienza personale in sedia a rotelle e al suo confronto continuo con le istituzioni cittadine.


Ciao Andrea! Prima di tutto, ci potresti dire due parole su chi sei e di che cosa ti occupi?

Sono un ragazzo di vent’anni, portatore di handicap agli arti inferiori, curioso e con tanta voglia di vivere. Frequento il secondo anno di Scienze Umanistiche per la Comunicazione all’Università di Firenze.

Fiorentino di nascita, amo la mia città e per questo dal 2012 mi sto impegnando in un’opera di sensibilizzazione contro le barriere architettoniche, tanto diffuse nel nostro territorio. Nel 2016 ho creato un Blog: Contro Ogni Barriera – Firenze accessibile attraverso il quale sto portando avanti anche sui social network (Facebook, Twitter) il progetto #mollaloscivolo. 

Si tratta di una Campagna di sensibilizzazione la cui finalità è quella di richiamare l’attenzione sia delle istituzioni che dei cittadini sull’importanza di vivere la propria città rispettando e ponendo attenzione al prossimo: in questo caso, in particolare, non ostruendo con le proprie auto quei varchi e quegli “scivoli” presenti sui marciapiedi che consentono la libera circolazione di tutti, comprese persone disabili, bambini, passeggini, anziani, ecc.

Particolare attenzione viene poi richiesta all’Amministrazione Comunale, dalla quale sono stato più volte ricevuto e con cui intrattengo costante dialogo, affinché si faccia promotrice, soprattutto con l’esempio, di una cultura basata sul rispetto e sul senso civico dei cittadini e interessata sempre più alla vivibilità dei nostri spazi, per rendere Firenze sempre più “Una Città Per Tutti”, attenta ai bisogni della sua Cittadinanza.

Il Progetto di civiltà #mollaloscivolo vorrebbe far capire a tanti cittadini che non hanno mai avuto la possibilità di accorgersene quanti muri – con l’indifferenza e con l’ignoranza – si creano e quanto poco, invece, basterebbe per evitarli. 

Quali sono le sfide principali a Firenze in termini di accessibilità, e quali sono i punti di forza della città?

Girando per Firenze a bordo della mia carrozzina elettrica mi trovo a dover percorrere frequentemente, a mio rischio e pericolo, lunghi tratti sulla carreggiata, a causa dell’assenza di scivoli ai marciapiedi. Non mancano poi gli esercizi commerciali in cui non si può entrare in carrozzina (hanno lo scalino all’accesso e non dispongono di rampa). A queste barriere fisiche si aggiungono quelle che creiamo noi cittadini: parcheggi selvaggi, biciclette chiuse con i lucchetti sui marciapiedi.

È doveroso dire però che negli ultimi anni anche a Firenze si sta registrando un generale cambiamento di mentalità nelle stesse istituzioni in tema di accessibilità e si avverte lo sforzo di rispettare le differenze per farne – si spera – sostanza umana, politica e culturale. Alla miopia e all’indifferenza di un tempo si sta sostituendo una maggiore attenzione da parte dei nostri amministratori al tema dell’accessibilità e della sostenibilità, che comincia ad affacciarsi anche in occasione della progettazione ed esecuzione di nuove opere e servizi pubblici. Ma è solo un inizio.

Come ti immagini Firenze fra 5 anni? 

Auspico che nei prossimi 5/10 anni si riesca a rendere Firenze più a misura dei suoi abitanti: sostenibile, accessibile e attenta alle esigenze di chi la abita. Mi auguro che vi siano sempre maggiori progetti di sensibilizzazione e di educazione alla cittadinanza e al rispetto dell’ambiente che, partendo dalle scuole, diffondano una cultura più aperta e attenta al prossimo. Voglio credere anche che fra qualche anno Firenze abbia nuove infrastrutture frutto di progetti tecnici fondati su accessibilità e sostenibilità e che queste cose non siano più viste come un regalo o una concessione, ma come la condizione necessaria della civiltà giuridica.

La nostra città nel 2018, “anno europeo del patrimonio culturale”, si è contraddistinta per aver partecipato alla stesura degli obiettivi per lo sviluppo sostenibile che andranno a comporre l’Agenda 2030 (Onu) e questo ci riempie di speranza per il futuro. Il mio impegno va proprio in questa direzione.



Tra i tanti musei che si possono visitare a Firenze le affascinanti Cappelle Medicee sono tra le meraviglie fiorentine con un alto grado di accessibilità. Dotate di una rampa per le sedie a rotelle al piano terra e un ascensore che conduce dalla cripta al primo piano, permettono a tutti di godere della straordinaria opulenza della Cappella dei Principi e degli altri spazi. Anche la Galleria dell'Accademia è un altro esempio di museo accessibile e che permette a tutti di rimanere incantanti di fronte alla imponente bellezza del David di Michelangelo. 

Difficoltà motorie e impedimenti fisici di qualsiasi tipo non dovrebbero costituire degli ostacoli per chi vuole vivere la città. Destination Florence si avvale della partnership con Florence Planet, che offre tour accessibili a tutti, fornendo servizi che possono coprire soggiorni brevi così come soggiorni prolungati.

Hai esigenze particolari e hai bisogno di un supporto specializzato e un soggiorno organizzato su misura? 


Keep in touch

Keep in touch
Rimani informato su cosa accade in città! Seguici sui nostri canali social ufficiali e iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter: a cosa se interessato?

* Iscrivendoti accetti al nostra informativa sulla Privacy, la tua email è al sicuro, non invieremo mai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento