La FirenzeCard e i musei meno conosciuti

Musei da non perdere per gli affamati di arte e non solo, con la FirenzeCard.

Se sei in viaggio a Firenze e hai intenzione di visitare musei che vadano al di là del percorso più “gettonato”, ti consigliamo di acquistare la FirenzeCard e vedere quali musei sono inclusi. Come forse sai la FirenzeCard è un pass valido per 72 ore che ti consente l’accesso a 76 musei in città e nelle aree circostanti ed è un ottimo modo per scoprire anche i tesori meno noti. 

Ovviamente nell’offerta sono inclusi i musei principali della città come la Galleria dell’Accademia e la Galleria degli Uffizi, i palazzi storici come Palazzo Vecchio e Palazzo Medici Riccardi, ma oltre a questi la FirenzeCard offre anche l'opportunità di esplorare alcuni luoghi meno conosciuti della città rinascimentale, ma ricchi di fascino, dal momento che la lunga lista comprende musei straordinari: tra di essi il Museo Stibbert, il Museo Galileo o il Museo Novecento.

Ne abbiamo selezionati alcuni che nella loro diversità potrebbero incontrare i tuoi gusti. 


Museo Franco Zeffirelli

Il Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo Franco Zeffirelli, promosso dallo stesso Maestro, ospita una raccolta davvero straordinaria di documenti d'archivio, poster, riprese video, note di direzione e cimeli cinematografici di una carriera lunga quasi settant’anni, quella di uno dei più grandi registi della storia del cinema e del teatro. Il Museo si trova all’interno del Complesso di San Firenze, uno dei pochi esempi di Barocco Fiorentino e offre ai visitatori una collezione di inestimabile valore: se sei amante del cinema e del teatro ne rimarrai estasiato.


Museo Stefano Bardini

Con le sue caratteristiche pareti blu (cosiddetto “blu Bardini”) e una collezione eclettica di oggetti d’arte e di antiquariato, questo piccolo grande museo, situato nel quartiere di San Niccolò è uno scrigno di tesori e uno spazio davvero suggestivo. Il suo fondatore Stefano Bardini è stato un abilissimo mercante d'arte e fine collezionista, che ha donato il lavoro di una vita alla città di Firenze e il museo che da lui prende il nome costituisce oggi una straordinaria documentazione del collezionismo, dell'antiquariato e dell'artigianato artistico, tra Otto e Novecento.


Museo Marino Marini

A Firenze non c’è solo l'arte rinascimentale. In pieno centro storico, all’interno della chiesa sconsacrata di San Pancrazio, tra Via della Vigna Nuova e Piazza Santa Maria Novella c’è un museo dedicato ad una delle figure chiave del XXesimo secolo: il noto scultore toscano Marino Marini, nato a Pistoia, famoso per le monumentali creazioni in bronzo e in gesso. Il museo rappresenta una consistente collezione di sculture, dipinti, disegni e incisioni, realizzate dallo scultore e costituisce una vera e propria antologia di tutto il lavoro dell’artista. Oltre alla sua ampia offerta, il museo è uno spazio inebriante e attraente per i giovani e spesso ospita installazioni sperimentali e eventi VIP.  


Museo Horne

Come il Museo Bardini e la Fondazione Zeffirelli, il Museo Horne raccoglie l’inestimabile contributo culturale di una persona, l’inglese Herbert Percy Horne, che in qualche modo può essere considerato un uomo “rinascimentale”. Un designer, architetto e studioso d’arte, della musica e della letteratura, arrivato originariamente a Firenze per lavorare a un libro su Sandro Botticelli e stabilitosi poi a Palazzo Corsi in via de' Benci, nel quartiere di Santa Croce. In vita fu anche collezionista e tutti gli arredi e gli oggetti di diverse epoche storiche da lui acquistati per la propria casa sono oggi in mostra e hanno trasformato la sua dimora in un museo. 


La Specola

La Specola è il posto ideale dove portare i bambini, ma anche gli adulti rimangono sempre affascinati dal suo contenuto. È la sezione zoologica di un complesso gestito dall'Università di Firenze e contiene una imponente collezione di animali, sia delle specie più comuni, che di varietà esotiche. Tra questi particolarmente degno di nota è un ippopotamo impagliato che Cosimo III de' Medici teneva come animale “domestico” in quello che allora era il giardino privato della famiglia: il Giardino di Boboli! Troverai inoltre una sezione dedicata a modelli anatomici di cera davvero affascinante, per la precisione e cura dei minimi dettagli con cui sono realizzati (forse non consigliato per i più piccoli!)

Musei

Museo Stefano Bardini

Nel blu intenso delle sale del Museo Bardini potrai ammirare gioielli rinascimentali e oggetti di ogni tipo rac ...

Musei

Firenzecard e Firenzecard+

Una sola card per visitare la maggior parte delle perle del patrimonio culturale di Firenze, con accesso priori ...

Keep in touch

Keep in touch
Rimani informato su cosa accade in città! Seguici sui nostri canali social ufficiali e iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter: a cosa se interessato?

* Iscrivendoti accetti al nostra informativa sulla Privacy, la tua email è al sicuro, non invieremo mai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento