Itinerario nel Barocco Fiorentino

Viaggio attraverso le più belle testimonianze del Barocco a Firenze.


Firenze è la città del Rinascimento per antonomasia. Qui è nato e si è sviluppato il movimento artistico e culturale che ha dato vita ad opere straordinarie che tutti vengono ad ammirare da ogni parte del mondo.

Ma a Firenze puoi trovare anche tracce del Barocco e se non le conosci potresti farti un’idea di cosa visitare attraverso questo percorso.


Complesso di San Firenze

Punto di partenza dell’itinerario “barocco” è il Complesso di San Firenze, situato nell’omonima piazza. Quando ti troverai al suo cospetto riconoscerai subito lo stile inconfondibile, in quanto la facciata è tipicamente decorata con elementi caratteristici di quel periodo.
Il Palazzo fu in origine convento dei Padri Filippini, dedicato al fiorentino San Filippo Neri e poi divenne la sede del Tribunale. Oggi vi si trova il Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo Franco Zeffirelli, che ospita oltre 250 opere del Maestro tra bozzetti di scena, disegni e figurini di costumi. Sul lato sinistro del complesso potrai inoltre visitare la Chiesa, che presenta un interno realizzato secondo un disegno unitario e decorato con opere dei principali artisti fiorentini del diciassettesimo e diciottesimo secolo.

Piazza di S. Firenze, 5


Chiesa dei Santi Michele e Gaetano

Il percorso prosegue verso Piazza degli Antinori, alla fine di via de’ Tornabuoni. Qui troverai una delle chiese più rappresentative dello stile Barocco: la Chiesa dei Santi Michele e Gaetano.
La facciata è realizzata con la tipica pietraforte fiorentina (la pietra più usata dall’edilizia della città di quei secoli), sul cui sfondo scuro risaltano le numerose statue e decorazioni bianche.
Al suo interno potrai ripercorrere la storia dell'arte sacra del Seicento fiorentino, ammirando uno dei rari cicli scultorei barocchi in città, composto da statue rappresentanti gli Apostoli e gli Evangelisti e pannelli marmorei con scene della loro vita nelle nicchie sottostanti, eseguiti da vari artisti del tempo. 

Piazza degli Antinori 


La Cappella dei Principi

La terza tappa del percorso si trova all’interno dello splendido complesso delle Cappelle Medicee, dove insieme alla Sagrestia Nuova di Michelangelo, si trova la cosiddetta Cappella dei Principi: un ambiente, dall’aspetto imponente e sfarzoso, voluto da Cosimo I come il mausoleo della dinastia medicea.
Al suo interno sarai folgorato dalla decorazione, completamente realizzata con intarsi di pietre preziose, in un tripudio meraviglioso di materiali e colori. L’ambiente a pianta ottagonale, presenta gli stemmi delle città toscane filo-medicee lungo le pareti, dominate dalle tombe monumentali dedicate ai Granduchi Medicei e sovrastate dall’enorme cupola (la seconda per ampiezza dopo quella del Brunelleschi). 

Piazza di Madonna degli Aldobrandini, 6


Sala di Luca Giordano in Palazzo Medici Riccardi

A pochi passi dalle Cappelle Medicee, sempre all’interno del quartiere di San Lorenzo, troverai lo splendido palazzo rinascimentale progettato da Michelozzo: Palazzo Medici Riccardi.
L’antica residenza medicea conserva al suo interno capolavori di immenso valore: tra questi, oltre alla celebre Cappella dei Magi con il meraviglioso affresco di Benozzo Gozzoli, troverai la Galleria (o “Sala degli specchi”) con il ciclo di affreschi realizzato dal pittore napoletano Luca Giordano.
L’opera fu commissionata dalla famiglia dei Riccardi (che abitò qui dopo i Medici) e comprende una serie di episodi mitologici intervallati dalle virtù cardinali e dai vizi: un vero spettacolo per gli occhi. 

Via Cavour, 3


Basilica della SS.ma Annunziata

Il percorso finisce con una delle basiliche di Firenze: la Basilica della SS.ma Annunziata, situata nell’omonima piazza, famosa per la sua loggia che si distende su tre lati.
La Chiesa ha origine antiche, ma il suo interno venne realizzato in modo unitario nella seconda metà del Seicento e costituisce uno dei massimi esempi del Barocco fiorentino, in netto contrasto con il sobrio esterno.
Potrai ammirare una sontuosa profusione di marmi, stucchi, dipinti e dorature, distribuiti lungo l’ampia navata, con cappelle laterali comunicanti, che conservano opere dei migliori artisti fiorentini del Seicento. 

Piazza SS.ma Annunziata


Credits:
Björn S... sotto Licenza Creative Commons.
Aldo Cavini Benedetti sotto Licenza Creative Commons.

Keep in touch

Keep in touch
Rimani informato su cosa accade in città! Seguici sui nostri canali social ufficiali e iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter: a cosa se interessato?

* Iscrivendoti accetti al nostra informativa sulla Privacy, la tua email è al sicuro, non invieremo mai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento